IL SORRISO NELL’ARTE: DIFFICILE DA RENDERE, SPLENDIDO DA AMMIRARE

Vi siete mai chiesti perché nei quadri e nelle sculture i soggetti ritratti raramente sorridano?

Da un lato è per mantenere la solennità delle espressioni: gli artisti di un’opera complessa come un quadro o una scultura ambivano a un’immagine solenne, quasi austera, che rendesse ancora più affascinante e intenso il risultato finale.

Ma c’è anche e soprattutto un’intrinseca difficoltà nel rendere al meglio il sorriso senza che appaia un ghigno o dia all’espressione generale del viso un carattere poco appropriato: ci sono così tante sfaccettature nel sorriso che il rischio di comunicare emozioni non volute è troppo grande per la quasi totalità degli artisti.

Un sorriso può essere d’imbarazzo o malinconico, esprimere gioia o ambiguità: è per questo che è così poco utilizzato e, allo stesso tempo, ha affascinato i critici di tutte le epoche storiche.

Eppure, se ben reso, un volto sorridente ha una potenza espressiva unica capace di fare la differenza: Leonardo, Caravaggio, Klimt sono solo alcuni degli artisti che si sono cimentati nell’impresa, generando veri e propri capolavori che fanno ancora parlare di loro non solo per la maestria dell’artista, ma anche per l’interpretazione di questo gesto semplice, universale, potente.

In Élite Odontoiatrica abbiamo una vera e propria ossessione per il sorriso dei nostri clienti: oltre a curare il benessere generale della bocca, come moderni artisti miriamo a migliorarne l’estetica, mantenendo armonia e proporzioni tra dentatura e labbro perché non esiste il sorriso perfetto ma il sorriso equilibrato, rapportato alla fisionomia di ciascuno di noi.

Oggi vogliamo condividere con voi alcuni tra i più bei sorrisi della storia dell’arte, senza pretese di critica artistica, ma solo per condividere l’amore per il sorriso che ispira tutte le giornate nei nostri studi.

Il capolavoro assoluto: il sorriso della Gioconda

Fiumi d’inchiostro sono stati versati su carta: che sentimento stava provando Monna Lisa per avere quel sorriso?
Il sorriso enigmatico è sempre stato uno dei punti a favore di una delle opere più famose del mondo.

Anche se recentemente alcuni scienziati e psicologi hanno tentato di dimostrare che il sorriso non era naturale ma “forzato” da Leonardo, la sua bellezza e il mistero sulle reali emozioni che voleva esprimere l’artista rendono questo dipinto un capolavoro assoluto.
E molto del suo fascino è racchiuso in un sorriso accennato. 

Fonte foto: Wikipedia

Amor Vincit Omnia: Caravaggio e il sorriso che vince su tutto

Indubbiamente è uno dei capolavori di Caravaggio, con il suo stile inconfondibile, ma caratterizzato da un sorriso a metà tra il fanciullo e il ragazzo. Un sorriso di gioia e di forza, proprio come il titolo del dipinto vuole, perché l’amore vince su tutta la razionalità e l’arte rappresentata dagli oggetti che, in maniera “irridente”, tiene sotto di sé.

Il sorriso è di dolcezza ma allo stesso tempo di scherno: un altro esempio di come il sorriso generi un flusso comunicativo non univoco e dall’interpretazione complicata, eppur bellissima.

Fonte foto: Wikipedia

Giuditta 1: un sorriso di trionfo per Gustav Klimt

L’ultimo sorriso che abbiamo scelto è un sorriso sensuale eppure freddo e distaccato, quel gelo maestoso che rende il Giuditta 1 di Gustav Klimt uno dei capolavori assoluti dell’artista austriaco.

Del suo sorriso ci piace la sfrontatezza e la sensualità che si mescolano in un’espressione beffarda eppure attraente: pochi esempi nella storia dell’arte hanno descritto queste sensazioni in maniera così palese e il risultato finale rende chiaro quanto sia importante il sorriso nel nostro modo di comunicare.

Fonte foto: Wikipedia

Si dice spesso che gli occhi comunichino molto più delle parole, ma da appassionati del benessere della bocca non possiamo non sottolineare quanto conti un sorriso nel modo in cui vogliamo rapportarci al mondo, ai nostri cari, nel lavoro: tutto passa da un sorriso non solo bello, ma anche sano.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Articoli recenti