IL DIABETE E I SUOI PERICOLI PER I DENTI

In Élite Odontoiatrica non abbiamo percorsi standard ma adattiamo le nostre soluzioni alla storia del paziente e alle sue peculiarità: la presenza di alcune patologie specifiche, che hanno mostrato un’elevata correlazione con il benessere della bocca, genera infatti percorsi unici e personalizzati. 

Una delle patologie più indicative, in questo senso è il diabete: è una malattia cronica che porta l’organismo umano a non produrre sufficiente insulina con conseguenze anche su denti e gengive.

Conoscerne l’impatto è il primo passo per prevenire o porre rimedio ad eventuali problemi che possono compromettere il benessere della bocca: chi soffre di diabete, infatti, è più vulnerabile a una serie di disturbi che solo un controllo costante può permettere di prevenire, mitigare o risolvere.

Alcuni di essi sono relativamente lievi ma non per questo meno importanti e sicuramente da tenere sotto controllo: tra i più comuni risultano l’alito cattivo e la secchezza della bocca.

Seppur non gravi, sono fastidi evitabili con una corretta igiene orale che, per i diabetici, ha un’importanza ancora maggiore: l’uso di filo e scovolini, nonché di collutori, diventa cruciale per chi soffre di questa patologia.

Altrettanto importante è la pulizia dentale professionale, da eseguire almeno due volte l’anno, oltre ad accorgimenti alimentari che possono aiutare a mantenere la bocca sana.

Ma accanto a questi disturbi, di non grave entità, molti studi hanno dimostrato che, nonostante una corretta igiene orale, esiste una correlazione tra il diabete e alcune malattie gengivali, in particolare la parodontite o piorrea. Il rischio di sviluppare una parodontite aumenta infatti di circa 3 volte rispetto ai pazienti sani: questo avviene soprattutto perché si è più esposti all’attacco di alcuni batteri fortemente aggressivi a causa dell’abbassamento delle difese immunitarie, elemento che acuisce la possibilità di sviluppo di infezioni croniche anche nelle tasche parodontali.

Nelle persone affette da diabete è di conseguenza più alta la probabilità di mobilità o perdita dei denti: un piano di cura a medio-lungo periodo può rivelarsi cruciale per contrastare questo fenomeno e migliorare la qualità di vita del paziente.

Infine, in caso di perdita dei denti e quindi necessità a ripristinare la masticazione attraverso gli impianti dentali, è bene sapere che non ci sono particolari controindicazioni in presenza di diabete, ma si tratta comunque di una patologia da comunicare al proprio dentista in fase di anamnesi: in questo modo è possibile scegliere con cura le corrette modalità di intervento, selezionare i materiali più idonei e in generale adattare il trattamento alle condizioni peculiari del paziente.

Vuoi avere maggiori informazioni? Contattaci compilando il form, ti chiameremo in breve tempo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Articoli recenti